HOME | FILM | GENERI | ATTORI | REGISTI | COMPOSITORI | LOCATIONS | DOPPIATORI | STUNT
 << I film della Pollanet Squad (POLIZIESCO) >> 
L'ambizioso (1974)  
Con
Joe Dallesandro
(Doppiato da Massimo Turci)
Aldo

Stefania Casini
(Doppiato da Vittoria Febbi)
Luciana

Raymond Pellegrin
(Doppiato da Pino Locchi)
Don Enrico

Benito Artesi
Ciriaco

Mario De Luca


Ferdinando Murolo
Carlo

Tony Askin
Francese nel convoglio ferroviario

Leopoldo Buondonno


Giovanni Cianfriglia
Gianni

Angelo Corrieri


Paolo De Lucia


Bruno Di Luia
Sgherro di Don Enrico

Ugo Donadio


Bernard Faber


Antonietta Fasano


Ranieri Ferrara


Marcello Filotico
Proprietario night club

Gregorio Gandolfo


Guido Giuseppone


Maria Greco


Giuseppe Leone
Corrado, ricettatore

Enrico Maisto
Boss

Carla Mancini


Amedeo Messori


Edoardo Mascia
(come Edmondo Mascia)
Boss


Lorenzo Piani
Bernard

Carmelo Reale
(Doppiato da Sergio Fiorentini)
Sgherro di Don Enrico

Francesco Spilabotte


Francesco Torrisi


Pietro Torrisi
Pugile

Salvatore Torrisi
Luciano

Oscar Sciamanna
Uomo al night (*)

Nando Sarlo
Uomo all'ippodromo (*)

Claudio Ruffini
Sgherro di Don Enrico (*)

Attilio Pelegatti
Uomo all'ippodromo (*)

Franco Marino
Russo, proprietario night club (*)

Philip Dallas
Boss (*)

Ulla Johannsen
Ragazza al night (*)

Fernando Vilella
Boss (*)

Vezio Natili
Boss (*)

Angelo Boscariol
Sgherro di Don Enrico (*)

Umberto Santolamazza
 (*)

(*) non accreditato




"Con “Camorra” e “I guappi” Pasquale Squitieri era effettivamente riuscito a creare un’atmosfera da vecchia Napoli in chiave di generoso e sanguigno fuilleton. […] Nella pellicola odierna […], pur ambientata per la maggior parte nella stessa città e ancora una volta nel giro della malavita, commette l’errore di distaccarsi da un più o meno romanzesco passato per romanzare velleitariamente lo squallore di certo teppismo contemporaneo, di tutto meritevole fuorché di apoteosi. […] [Il film] è un crescendo di eventi poco verosimili […]. [E il] suo arroventato machismo […] si risolve nel tentativo di dare qualche valore di simbolo allo scriteriato ribelle protagonista. Il quale [film] per giunta non s’avvantaggia dell’interpretazione di Joe Dallesandro, un muscoloso “oriundo” indubbiamente assai a disagio fuori degli attoniti personaggi già affidatigli in “Trash” e “Heat” con più cauta valutazione delle sue possibilità espressive. […] "
Bir. (Guglielmo Biraghi) - Il Messaggero - 22/02/1975
Colonna Sonora
Poster