HOME | FILM | GENERI | ATTORI | REGISTI | COMPOSITORI | LOCATIONS | DOPPIATORI | STUNT
 << I film della Pollanet Squad (POLIZIESCO) >> 
Troppo rischio per un uomo solo (1973)  
Musiche
Giampaolo Chiti




"[…] La pellicola, pur non muovendo da uno spunto nuovissimo, si regge sul ritmo del racconto e sulle rocambolesche scene di inseguimento d'automobili, bolidi e non. […] Per quanto riguarda la regia, c'è da dire che Luciano Ercoli ha saccheggiato indiscriminatamente tutti i generi, giacché il film alterna avventure di ogni tipo [...]."
Maurizio Porro - Il Giorno - 07/12/1973

"Anteprima a Saint-Vincent d'un film italiano d'azione – “Troppo rischio per un uomo solo” di Luciano Ercoli – con Giuliano Gemma più scatenato che mai. L'inizio ha una buona tensione e un sapore documentario. […] Dopo una lunga pausa riprendono le emozioni. Per venti minuti la “127” fa da primattrice. Le auto nemiche finiscono regolarmente fuori strada, gl'inseguitori finiscono a brandelli. Il noto pilota acrobatico Remy Julienne – lo stesso di Colpo all'italiana – diventa per una decina di sequenze l'autore vero della pellicola. E Gemma? “Io non mi sono tirato indietro, ho subìto personalmente un testa-coda. Non mi va di fare il difficile, sono stati i film ardimentosi a lanciarmi. Rinnegandoli, rinnegherei me stesso”. […]"
Piero Perona - La Stampa - 12/11/1973
Sequenza
Poster