HOME | FILM | GENERI | ATTORI | REGISTI | COMPOSITORI | LOCATIONS | DOPPIATORI | STUNT
 << I film della Pollanet Squad (POLIZIESCO) >> 
Napoli... la camorra sfida la cittā risponde (1979)  
Musiche
Eduardo Alfieri
Con
Mario Merola
Don Francesco Gargiulo

Antonio Sabāto
Vito, "assicuratore" de "La Proteggici"

Jeff Blynn
Commissario De Stefano

Walter Ricciardi
Marco, figlio di Don Francesco

Lucio Montanaro
Tony

Liana Trouchč
Elvira, moglie di Don Francesco

Rick Battaglia
Dr. Rampone, capo de "La Proteggici"

Benito Artesi
Primo commerciante cui Vito offre la "polizza"

Alessandro Partexano
Socio di Vito

Sabrina Siani
Maria, fidanzata di Marco

Enzo Nandi
Papā di Tony

Marina Viviani
(come Marina Valadier)
Moglie 1° commerciante


Antonio Ciarcia


Franco Angrisano
Avvocato

Enrico Cesaretti


Ettore Venturini


Vezio Natili
Uno dei commercianti taglieggiati

Nicola Di Gioia


Salvatore Puccinelli
Salvatore

Franco Pasquetto
Francois (*)

Ettore Martini
Papā di Maria (*)

Luciano Foti
Giornalista (*)

Nestore Cavaricci
Poliziotto (*)

Alfonso Brescia
Persona presente alla festa di fidanzamento (*)

Ciro Ippolito
Perez, giornalista de "Il Mattino" (*)

Benito Pacifico
Sgherro di Vito (*)

Cinzia Lodetti
Ragazza a letto con Vito (*)

Franco Ukmar
Sgherro di Vito (*)

Luciano Zanussi
Ospite alla festa di fidanzamento (*)

(*) non accreditato




"Anche quest'altro film partenopeo con protagonista Mario Merola potrebbe avere quale sottotitolo “La vendetta d'un padre”, giā applicabile a Napoli... serenata calibro 9. Pure stavolta la vicenda, nuovamente sceneggiata da Ippolito e Regnoli per la regia di A. Brescia, fa vedere Merola disperato e vendicativo causa la crudeltā dei nemici che gli hanno rapito un figlio grande per drogarlo e restituirglielo pazzo. […] Film popolare a forti tinte, dove il protagonista nuovamente si fa giustizia da sé, contrapponendo ai malviventi la propria legge in sostituzione di quella, carente, dello Stato. Non c'č stavolta, tra i minori interpreti, Nunzio Gallo commissario amico; ha spicco invece Antonio Sabāto, odioso al massimo come supercialtrone."
A.Vald. - La Stampa - 26/11/1979
Colonna Sonora
Poster