HOME | FILM | GENERI | ATTORI | REGISTI | COMPOSITORI | LOCATIONS | DOPPIATORI | STUNT
 << I film della Pollanet Squad (MAFIA MOVIE) >> 
La mano nera (1973)  




"[…] La regia di Antonio Racioppi non denota soltanto mestiere e si pone in più che buona evidenza. Nel suo genere, quindi, un film che, a parte qualche inutile eccesso, può definirsi riuscito grazie anche alla valida interpretazione degli attori […]."
Vice - Il Messaggero - 12/04/1973

"Ancora mafia, ma con qualche palpito d’amore. […] Il film di Racioppi non sovverte l’impianto tradizionale delle pellicole mafiose, ma ha una buona andatura di spettacolo popolare, e circa il ritratto dell’eroico Petrosino (un buon Lionel Stander), questo riesce altrettanto o più persuasivo, certamente più lineare, di quello offerto da Adolfo Celi nello sceneggiato televisivo del regista D’Anza. Risuonano anche, negli accurati margini, le corde d’un patetismo inerme e rassegnato, le quali pizzica con garbo la Fratello in una parte di giovane siciliana emigrata, travolta nelle spire del drammatico intreccio."
L.P. (Leo Pestelli) - La Stampa - 13/04/1973

"[…] Sfruttando l’impianto del film “mafioso”, e con quel pizzico di popolarità che, grazie a uno sceneggiato televisivo, Petrosino ha acquistato presso il grosso pubblico, il regista Antonio Racioppi […] ha realizzato una pellicola piuttosto banale e sommaria, ma non del tutto inefficace nel tratteggiare l’ambientazione a Little Italy dei nostri emigranti. E’ insomma un film popolare, senza grandi mete, ricco, per cavalleria, di quel po’ di patetismo che permette l’esibizione di Rosanna Fratello destinata, dopo la partecipazione a “Sacco e Vanzetti”, a glorificare ansie patriottiche sommerse da più alti e oscuri poteri."
M.P. (Maurizio Porro) - Il Giorno - 24/04/1973
Colonna Sonora
Trailer (D)
Poster