HOME | FILM | GENERI | ATTORI | REGISTI | COMPOSITORI | LOCATIONS | DOPPIATORI | STUNT
 << I film della Pollanet Squad (POLIZIESCO) >> 
Banditi a Roma (Roma come Chicago) (1968)  
Musiche
Ennio Morricone




"Sulla scia del fortunato Banditi a Milano, ecco un "Banditi a Roma". Composto tuttavia su un modulo diverso: più convenzionale, meno "cosa vista", e molto più romantico. [...] La fotografia, splendida, è di Aldo Tonti. Gli interpreti sono bravi. In testa John Cassavetes, il sensibile regista di "Faces", e Gabriele Ferzetti."
P.B. (Pietro Bianchi) - Il Giorno - 24/11/1968

"Dopo i Banditi a Milano, ecco quelli della Capitale portati sullo schermo dal regista Alberto De Martino, pervenuto alla prima opera significativa. [...] Le vicende non sono eccezionali, ma si svolgono secondo un paradigma di credibilità. L'ambiente della malavita è puntualmente ricostruito. [...] I personaggi sono còlti da varie angolazioni, il loro profilo è di linea sicura, la psicologia non risulta superficiale o di maniera. [...] La violenza ritma la pellicola, ma non è sfoggiata come accorgimento per ottenere effetti estranei all'economia e al disegno essenziale del tema. Naturalmente non si corre sempre lungo i binari della perfezione. Ad esempio, gli spettacolari inseguimenti in automobile ricorrono con una frequenza superflua, lo sfondo è quello di una città troppo scintillante, proprio come se la immaginano gli stranieri che non la conoscono e come risulta dai "pieghevoli" delle agenzie turistiche. Difetti, ma perdonabili. [...] "
Bir. (Guglielmo Biraghi) - Il Messaggero - 15/12/1968
Colonna Sonora
Poster