HOME | FILM | GENERI | ATTORI | REGISTI | COMPOSITORI | LOCATIONS | DOPPIATORI | STUNT
 << I film della Pollanet Squad (POLIZIESCO) >> 
Il mostro (1977)  
Regia
Luigi Zampa
Musiche
Ennio Morricone
Con
Johnny Dorelli
Valerio Barigozzi

Sydne Rome
Dina

Renzo Palmer
Baruffi

Yves Beneyton
Giorgio Mesca

Enzo Santaniello
Luca

Henning Schluter
Nicola Mesca

Renato Scarpa
Livraghi

Gianrico Tedeschi
Nonno Gustavo

Orazio Orlando
Commissario Pisani

Angelica Ippolito
Anna

Carlo Reali
Vice Commissario

Mauro Vestri
Collega di Valerio

Enzo Rinaldi
Giornalista

Carlo Demi


Vittorio Zarfati
Avvocato

Clara Colosimo
Donatella

Guerrino Crivello
Mitomane

Giuseppe Terranova


Sandra Wolff
Segretaria (*)

Calogero Azzaretto
Tifoso allo stadio (*)

Valentino Simeoni
Parcheggiatore (*)

Franca Scagnetti
Portinaia (*)

Omero Capanna
Paparazzo (*)

Salvatore Baccaro
Mostro alla tv (*)

Tony Askin
Uomo in auto (*)

Stefano Gragnani
 (*)

(*) non accreditato




"[…] Ormai oltre i settanta, Luigi Zampa non ha smarrito il suo impegno civile e ce lo dice questo suo film ispirato a un copione di Sergio Donati […] e ambientato in quest'Italia sempre più devastata dal crimine, ma anche dall'arrivismo e da una caduta in vite dei vecchi valori familiari […]. Superficiale nel disegno di personaggi e ambienti, ma abbastanza convincente nel ritratto del protagonista […] il film riesce a trasmetterci un po' della indignazione moralistica che lo pervade. […]"
M.G. - Il Resto del Carlino - Ottobre 1977

"Onore alla lunga e gloriosa carriera cinematografica di Luigi Zampa, 72 anni. Ma il regista di Anni difficili, Anni facili, Il vigile e, più vicino a noi, Gente di rispetto, non ha trovato nell'ambiente del giornalismo il suo momento più felice di ispirazione. […] Zampa ha mescolato temi civili, violenza, cattive ideologie dell'informazione, polizia, carrierismo, aridità sentimentale e sociale, con le strutture narrative e i luoghi comuni del sado-thrilling. Ma il dosaggio risulta imperfetto, perché il regista avverte la necessità della suspense come ingrediente spettacolare pur sentendosi più attratto e stimolato, per consuetudine tematica, dai problemi socio-morali. […]"
S.C. - La Stampa - 15/10/1977
Colonna Sonora
Poster