HOME | FILM | GENERI | ATTORI | REGISTI | COMPOSITORI | LOCATIONS | DOPPIATORI | STUNT
 << I film della Pollanet Squad (POLIZIESCO) >> 
Storie di vita e malavita (1975)  
Musiche
Ennio Morricone




"Piccolo campionario di corruzioni giovanili in questa pseudo-inchiesta di Carlo Lizzani. […] Il discorso che dovrebbe mettere a fuoco le storture della società, e magari della natura umana, non viene mai fuori. […] Si tratta di casi autentici: così assicura il regista […]. E non c'è da dubitarne. Ma sullo schermo, un po' per la pedanteria dell'esposizione, un po' per l'insufficienza recitativa, sembrano tutte storie finte, pur nell'esasperato naturalismo dei dettagli. Il vero film sul fenomeno della prostituzione è ancora da fare."
P.Pruzzo - La Rivista del Cinematografo, 7 - 1975

"[…] Storie di vita e malavita […] è un film, come dire? un po' abbondante. Fortemente compreso del proprio soggetto, sfaccettato a sua volta in tanti soggetti, stenta a finire. Ma ha parecchi meriti, il principale dei quali è di farsi sentire (come vuole sempre il cinema di Lizzani) molto vicino alla cronaca, alla vita vissuta. […] Il film rappresenta e dice senza mezzi termini cose crudissime su un tema già scabroso; e tuttavia non vi si sente mai, neppure per incidente, il proposito pornografico. Anzi, il moralista che è in Lizzani è talmente assiduo in ogni sequenza e battuta, che il film ne deriva una certa secchezza e angolosità. Sono lievi mende che piacciono; né giova poco all'impressione realistica del lavoro che gli interpreti, assai bravi, siano tutti di poco nome e i principali (le ragazze) tutti esordienti."
L.P. - La Stampa - 05/04/1975
Colonna Sonora
Poster